La tradizione riporta che Maometto fu salvato da una gatta soriana, che lo difese da un pericoloso serpente. Il Profeta per riconoscenza regalò ai nostri piccoli amici felini, già tanto amati fino dai tempi antichi, la capacità di osservare contemporaneamente il mondo terreno e la dimensione ultraterrena. Che i gatti abbiano percezioni extrasensoriali chi ha la fortuna di condividere la propria vita con un gatto spesso lo avrà sospettato, guardando negli occhi una di queste splendide e misteriose creature, perfette copie in miniatura di pantere, leopardi, tigri, puma. C’è chi non ha proprio il coraggio di fissare lo sguardo di un gatto. La deliziosa mamma di una cara amica ne è comprensibilmente terrorizzata. Chi impara a conoscerli arriva presto a non averne paura e anche a percepire quello che il proprio compagno di vita sta pensando. Perché  anche i gatti pensano, così come sicuramente i cani e molti degli animali che abitano nelle nostre case. Spesso i nostri piccoli grandi amici arrivano ad anticipare le nostre azioni, come se sapessero  prima di noi cosa stiamo per fare. Pippo e Danko sono un gatto e un cane e io e mio fratello sovente ci chiediamo cosa stiano pensando in un determinato momento: forse pensano semplicemente ad amare chi fa parte del loro branco, come loro fanno parte delle nostre famiglie. Non sono più importanti di questo o di quello, ma sono importanti, perché ci dedicano la loro vita, anche quando dormono, regalandoci la loro fiducia, con lunghi e calmi pisolini, fino ad arrivare alle sedici o diciotto ore di sonno di un gatto adulto. Il mio micio di casa è adorabile, mollemente acciambellato, mugolante sul caldo cuscino della mia poltrona preferita, mi viene voglia di accarezzarlo e mi domando cosa stia sognando. 
I gatti cercano un angolo tranquillo e caldo, per sopperire alla perdita di temperatura che il loro sonno comporta. Come quasi tutti gli animali sono in grado di sognare, resta solo da comprendere l’architettura dei sogni felini e quindi la loro anima nascosta. Probabilmente odori e suoni si mescolano e si fondono fino creare quel mondo nel quale i piccoli felini credono di muoversi quando stanno riposando, ma non essendo Mici non possiamo capire tutto. Sentire il gatto succhiare e fare le fusa, mentre dorme con la lingua tra i denti, fa pensare che stia sognando la mamma gatta quando lo allattava amorevolmente. Restando immobili e respirando pianissimo, quando il nostro felino si addormenta addosso a noi, concentriamoci e proviamo a entrare in contatto con i suoi sogni, stando attenti non fare alcun rumore, perché il suo risveglio potrebbe esserci fatale e se ci confondesse con un topolino potrebbe usare su di noi i suoi artigli letali. 

Sogno e son gatto

Fabrizio Scarpa – 23 maggio 2018

“il Mercoledì” n° 21 anno XXIV

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

©2021 L'angolo di MANGIAFUOCO Made and hosting with ❤️ by World Wide Management

CONTACT US

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Sending

Log in with your credentials

Forgot your details?